Volalto Caserta chiude con il broncio: Baronissi conquista il derby

0
311
Brutto ko interno per la Volalto Caserta contro la Battistelli Marignano

Il derby è di Baronissi. La VolAlto non riesce a chiudere con un sorriso il suo campionato. Era l’ultima gara interna della stagione e le rosanero volevano provare a centrare un risultato positivo. Senza Cvetnic l’impresa si è subito rivelata ardua. Il campo ha confermato ciò. Brutta Golden nel primo parziale, leggermente meglio negli altri due. Troppo poco contro un a Baronissi che ha mostrato individualità importanti come Strobbe, Avenia e Mendaro. Finisce 3-0 per la Givova.

Inizio gelido per la Golden che non può nulla sugli attacchi di Baronissi (0-5) e respira solo con Mabilo e Manig (2-9). Caserta resta ingolfata e senza Cvetnic è ancora più difficile (4-13). Al di là della rete Pilar è martello incontenibile (6-18). Baronissi prende il volo con Caserta che ha il braccio troppo freddo (9-24) e chiude il set con l’attacco di Ferrara.

L’avvio di Caserta è da brividi. Baronissi ne fa 6 consecutivi e per la Golden sembra notte fonda. Denysova non ci sta. L’ucraina avoca a sé tutto il peso offensivo della squadra. Contro break delle padrone di casa e set riaperto. Le ospiti però sfruttano bene i cambi palla ed allungano (7-11). Tajè mantiene la Volalto in scia (10-13). Il gap resta invariato con Denysova che aumenta le percentuali rosanero in attacco (15-18). Mendaro però fa la differenza. La portoricana da sola trascina Baronissi (17-23) e spiana la strada verso la vittoria del secondo set.

Terzo parziale equilibrato (3-3). La Golden Tulip sembra volerci provare.  L’attacco di Silotto da a Caserta il primo vantaggio  (5-3). Paura per Pilar che nel recuperare un pallone urta violentemente  con la fronte sulla panchina di Baronissi: momenti di apprensione per la forte giocatrice che rimedia un brutto ematoma e viene sostituita. Baronissi impatta con Strobbe (6-6) e mette la freccia grazie alla solita Mendaro (10-13). Caserta non molla e resta in scia (13-15), ma ancora una volta è la portoricana a spostare gli equilibri. La Golden ci mette il cuore ma non basta: show di Mendaro che va in punto con 9 battute consecutive (14-24). A chiudere set e match è Quarchioni che regala alle sue la vittoria.

LASCIA UN COMMENTO