Volleyball Nations League, i complimenti di FIVB e Fipav

0
1440
Si parla ancora di Eboli: la FIVB ha voluto porgere i suoi più sinceri complimenti alla Fipav per la riuscita della tappa di Eboli

Attraverso una mail ufficiale il delegato FIVB intervenuto a Eboli dal 12 al 14 giugno in occasione della Volleyball Nations League si è congratulato con la Fipav per l’organizzazione dell’evento. Di seguito riportiamo la lettera inviata al presidente della Fipav, Pietro Bruno Cattaneo

Caro Presidente, Sig. Cattaneo, Caro amico,

Sono stato un Delegato Tecnico FIVB alla Volleyball Nations League di Eboli, dal 12 al 14 giugno. Ci siamo incontrati lì, al PalaSele nel primo giorno del torneo. Desidero esprimere la mia gratitudine nei confronti della Federazione Italiana Pallavolo per l’eccellente lavoro svolto nell’organizzazione di questo importante evento. Siamo stati circondati da persone cordiali e competenti provenienti dalla Federazione e dall’organizzatore locale per tutto il tempo. Nessun reclamo è stato presentato da nessuna delle squadre partecipanti. È mia opinione che questo torneo sia stato un buon successo per la FIVB, per la FIPAV e una bella promozione della pallavolo come sport globale. Grazie per la splendida collaborazione di tutti i membri dell’organizzazione. Augurando tutto il meglio per la pallavolo italiana, e sperando di incontrarti presto, Mando i miei migliori saluti,

Sinceramente tuo,

Z.Barač

Il presidente della Fipav, Pietro Bruno Cattaneo,

Le parole di Barac fanno seguito a quanto dichiarato dal presidente della Fipav, Cattaneo all’indomani del successo di Eboli: “Ho ancora negli occhi le bellissime immagini della partita conclusiva tra Italia e Brasile – ha dichiarato il presidente Cattaneo – Il PalaSele è stato fantastico, 6000 persone hanno incitato per tutto il tempo le nostre ragazze regalando a tutta la pallavolo italiana uno splendido spettacolo. Non era per niente facile che ciò accadesse in una gara infrasettimanale. Siamo, inoltre, soddisfatti di aver contribuito a riportare dopo tanti anni nell’impianto di Eboli un evento sportivo di livello mondiale. Con grandi sforzi abbiamo apportato dei miglioramenti significativi ad una struttura che speriamo in futuro venga adeguata agli standard organizzativi di alto livello.
Nel corso della tre giorni, inoltre, molti appassionati hanno avuto la fortuna di scoprire Eboli e suoi meravigliosi dintorni: una città che spesso viene ricordata solo per il celebre libro di Carlo Levi, ma invece è ricca di posti da visitare. Il mio ringraziamento va quindi alle autorità e agli organizzatori locali, oltre a tutte quelle persone che con passione e impegno hanno reso possibile la riuscita dell’evento”.

LASCIA UN COMMENTO